Disoccupazione 2019 cosa cambia?


Disoccupazione 2019 cosa cambia?




Per coloro che si trovano in uno stato di disoccupazione involontario è previsto un  contributo che prende il nome di indennità di disoccupazione. Oggi, in seguito alla riforma degli ammortizzatori sociali apportati dal jobs act parliamo di NASPI, ovvero un’indennità di disoccupazione erogata a cadenza mensile, si tratta di una assicurazione sociale per l’impiego introdotta nel 2015 con il decreto legislativo del 4 marzo. L’erogazione di questa indennità di disoccupazione non avviene in automatico, ma previa domanda.

Indennità di disoccupazione 2019. Cosa cambia?

La disoccupazione Naspi 2019 Inps è l’indennità di disoccupazione più recente spettante ai lavoratori subordinati nel caso di perdita involontaria dell’occupazione. Si tratta dunque di una misura di sostegno al reddito erogata in quei casi di necessità ed urgenza quale la perdita involontaria del lavoro e del reddito derivante dallo stesso; una misura dunque quella della Naspi la cui importanza è facilmente intuibile.

I requisiti necessari

Ora andiamo a scandagliare quali sono i requisiti necessari per ottenere questa prestazione di
assicurazione sociale prevista per i lavoratori dipendenti. Innanzitutto è necessario che l’occupazione
persa involontariamente sia da lavoratore dipendente, apprendisti, soci di una cooperativa purché ci sia
stato un rapporto di lavoro subordinato dipendenti della pubblica amministrazione con contratto a
tempo determinato.

Inoltre è necessario che la perdita del lavoro sia “involontaria” ciò vuol dire che deve essere
indipendente dalla volontà del lavoratore; inoltre è necessario avere almeno tredici settimane
contributive negli ultimi quattro anni, nonché trenta giorni di lavoro nell’ultimo anno. Per quanto
concerne le novità apportate da questo governo Con l’introduzione del reddito di cittadinanza non si
conosce bene il destino della Naspi, rumors ne paventano l’abolizione.







1 Trackback / Pingback

  1. Lavoro occasionale, si può perdere la Naspi?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.