Riforma delle pensioni cosa si prevede?


Riforma delle pensioni cosa si prevede?




Il dibattito politico nelle ultime settimane si è focalizzato molto sulla nuova riforma delle pensioni la cosiddetta quota 100. Al momento siamo ancora in fase di proposta di legge e le novità principali dovrebbero riguardare l’età pensionabile che non sarebbe più legata solo ai contributi versati ma sarebbe la somma dell’età anagrafica e a quella contributiva, la somma delle quali deve raggiungere almeno quota 100.

L’età pensioni, quindi, potrebbe essere ad esempio 65 anni se quella contributiva e almeno di 35. Ovviamente nelle prossime settimane potrebbero essere introdotte alcune migliorie o cambiamenti alla proposta attuale, come ad esempio un il minimo di contributi versati.

Il limite di età pensionabile

Allo stato attuale il limite minimo dell’età pensionabile è 64 anni, quindi con 36 anni di contributi. Seppur, ad esempio, si hanno 40 anni di contributi a 60 anni, in questo caso si raggiungerebbe quota 100 comunque non si potrebbe andare in pensione ma bisognerà aspettare 4 anni.

Il requisito dell’età minima che potrebbe scomparire con l’alternativa della quota 41, ovvero  41 anni e mezzo di contributi a prescindere dall’età e a non più di due o tre anni di contributi figurativi, ovvero quelli accreditati su domanda del lavoratore o automaticamente in periodi, tassativamente individuati dalla legge, in cui ci sia stata un’interruzione o una riduzione dell’attività lavorativa, ma per i quali viene comunque garantita la copertura contributiva; la cassa integrazione ad esempio.




Secondo le prime stimel’età pensioni di uscita dal lavoro sarebbe di 64 anni che potrebbe comportare un taglio dell’assegno di circa l’8%.

Ad esempio, ipotizzando un lavoratore che lascia il lavoro con uno stipendio mensile di 1200 euro con la quota 100 lascerebbe a 64 anni con 828 euro di assegno. Lo stesso lavoratore adesso andrebbe in pensione a 67 anni con un assegno di 900 euro al mese.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.