Ferie, come vanno richieste al datore di lavoro


Ferie, come vanno richieste al datore di lavoro




Volete chiedere le ferie ma non sapete come si deve fare? Partiamo dal presupposto che ogni azienda ha una sua metodologia che cambia molto a seconda che sia un’impresa a carattere familiare e più piccolina oppure una grande multinazionale. Se si analizza un’azienda più grande di solito il dipendente che vuole richiedere ferie deve effettuare una richiesta ferie ben precisa facendo una specifica istanza al proprio datore di lavoro o a chi si occupa di gestione personale.

Per chiedere le ferie, innanzitutto, c’è bisogno di un adeguato preavviso perché l’azienda deve avere l’opportunità di organizzarsi tant’è che a seconda dei periodi o ci sono dei blocchi precisi oppure si ricorre al piano ferie in cui sarà possibile effettuare la richiesta. La cosa certa  è che le ferie sono un diritto irrinunciabile dei lavoratori quindi è impossibile che si vieti ad un dipendete questo diritto sempre se rientra nelle finestre aperte dedicate alle “vacanze”.

In realtà, non è possibile rifiutarsi di concedere le ferie, quanto piuttosto ci si può accordare su quello
che è il periodo migliore. Nessun lavoratore può rinunciare alle ferie ed inoltre è meglio concedersi un
periodo di rigenerazione dalla routine quotidiana per ricaricare le batterie e riprendere il lavoro con
più tranquillità. Ricordiamo infatti che spesso la stanchezza e la mancanza di concentrazione determinano gli incidenti sul lavoro che possono anche essere tragici.

Come richiedere le ferie al proprio datore di lavoro

Da azienda ad azienda il modo di richiedere le ferie può cambiare, solitamente per le grandi società ci
sono dei moduli da firmare e da inviare per le piccole si fa a voce e si concorda con gli altri dipendenti.
Va ricordato che non esiste una legge che dice che la richiesta debba essere fatta scritta, solitamente è
utilizzata per comodità di gestione.




Inoltre, dovete evitare di chiedere le ferie nel periodo che può andare in contrasto con quelle che sono
le esigenze dell’azienda, perché altrimenti si potrebbe rischiare che il datore di lavoro possa rifiutare la
richiesta anche se deve sempre fornire una motivazione.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.