Scadenza Concorso INPS: fino a quando c’è tempo per inviare la domanda


Scadenza Concorso INPS: fino a quando c’è tempo per inviare la domanda




Il nuovo bando di concorso pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale, il secondo in pochi mesi, ha acceso in
ben 967 persone la speranza di trovare lavoro entro la fine dell’anno ma fino a quando c’è tempo?
Quando ci sarà la scadenza concorso INPS?  Questo concorso, rivolto a coloro che vogliono un ruolo di
consulente nella protezione sociale, è davvero un ottimo modo per riuscire a sbloccare la vita di tanti
laureati che attualmente non trovano lavoro.

Entro quando posso inviare la domanda?

Infatti, nel panorama lavorativo, questa è decisamente l’opportunità più grossa in Italia nel 2018.

Per presentare la propria candidatura, avete tempo fino a lunedì 28 maggio 2018, alle ore 16:00. Entro
questo limite di tempo dovete seguire la prassi proposta dal bando e rispettare i requisiti, oltre a
superare la prova scritta e orale. Questo lavoro ha un’ottima posizione economica: infatti, ai neoassunti
spetta una retribuzione lorda annua di 22.314,48 euro.

Quali sono le lauree richieste dal concorso?

Per essere assunto, l’INPS valuterà e selezionerà solo i giovani laureati alla magistrale di Giurisprudenza,
Economia e Commercio e Ingegneria Gestionale. Di seguito, vi postiamo l’elenco delle lauree grazie alla
quale potrete partecipare al concorso:




  • Finanza;
  • Ingegneria gestionale;
  • Relazioni internazionali;
  • Scienze dell’economia;
  • Scienze della politica;
  • Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • Scienze economiche per l’ambiente e la cultura;
  • Scienze economico-aziendali;
  • Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • Scienze statistiche;
  • Metodi per l’analisi valutativa dei sistemi complessi;
  • Statistica demografica e sociale;
  • Statistica economica finanziaria ed attuariale;
  • Statistica per la ricerca sperimentale;
  • Scienze statistiche attuariali e finanziarie;
  • Servizio sociale e politiche sociali;
  • Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;
  • Sociologia e ricerca sociale;
  • Sociologia;
  • Metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali;
  • Studi europei;
  • Giurisprudenza;
  • Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica.

Pertanto, in base alla lauree sopra elencate, moltissimi laureati avranno finalmente l’occasione di
sfruttare la propria conoscenza e il metodo di studio per superare la prova scritta e ottenere il lavoro
tanto sudato e desiderato.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.