Disoccupazione 2018 e lavoro a chiamata è possibile?   


Disoccupazione 2018 e lavoro a chiamata è possibile?   




Recentemente, l’inps si è espressa per quanto riguarda la disoccupazione 2018 ed il lavoro a chiamata. Nello specifico, alcune occupazioni a chiamata risultano compatibili con lo stato di disoccupazione e, di conseguenza, si può ricevere il sussidio anche se impegnati in lavori a chiamata.

Le occupazioni che sono state argomento di discussione per quanto riguarda il rapporto fra il lavoro a chiamata e la disoccupazione 2018 riguardano, perlopiù, occupazioni come OTD in agricoltura e casi di rioccupazione.

L’Inps ha specificato che, sostanzialmente, la compatibilità dell’indennità con altri lavori a chiamata va verificata considerando la circolare 94/2015, in cui si specifica non solo il reddito annuo con cui si può rimanere nel limite, ma anche tutti gli istituti di sospensione, cumulo e decadenza.

Mantenere il sussidio di disoccupazione 2018 con lavori a chiamata

Per richiedere la Naspi con un rapporto di lavoro a chiamata è opportuno comunicare all’Inps entro trenta giorni tutti i redditi che si ottengono con i nuovi rapporti di lavoro. I redditi totali non dovranno superare gli 8000 euro.




Dopo aver dichiarato il proprio stato di contratto a chiamata, si otterrà l’istituto della cumulabilità. Se
invece non si comunica il proprio reddito entro trenta giorni
dall’entrata in contratto a chiamata, il
sussidio di disoccupazione verrà tolto.

Nel caso in cui un lavoratore abbia un contratto a chiamata che non presenta nessun tipo di
indennità di disponibilità
, i processi sono gli stessi, sempre che il contratto superi sei mesi. Nel caso
che il contratto a chiamata sia inferiore alla durata di sei mesi, l’Inps provvederà ad applicare l’istituto
della sospensione solamente per i giorni di chiamata effettiva.

Detto questo, è possibile mantenere il sussidio di disoccupazione con lavori a chiamata a patto che si
rispettino le clausole sopraelencate e si comunichi, entro trenta giorni, il proprio stato di occupazione
momentanea.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.