Disoccupazione per partita Iva è possibile?   


Disoccupazione per partita Iva è possibile?   




Considerando le ultime modifiche della disoccupazione 2018, la disoccupazione sembra poter spettare anche a tutti i liberi professionisti in possesso di partita Iva. Detto questo, chiunque sia costretto a chiudere i battenti con partita Iva può pur sempre ricorrere alla domanda di disoccupazione per partita Iva.

Sembra che tutti gli stati dell’UE abbiano questa possibilità di applicare lo stesso ammortizzatore sociale, (senza considerare specificamente il tipo di lavoro in questione). Finché il lavoro risulta cessato involontariamente, è possibile presentare domanda di disoccupazione.

Indennità per lavoratori autonomi: disoccupazione per partita IVA

Tutti i lavoratori autonomi godono ora di questo ausilio grazie ad un lavoratore proveniente dalla
Romania che, dopo 5 anni di mansioni da imbianchino, chiuse la propria attività per mancanza di
incarichi. Successivamente si trasferì in Irlanda, provando a presentare domanda di disoccupazione, ma
questa gli fu negata.

Successivamente, la Corte di Giustizia Europea dette ragione al lavoratore autonomo, accettando il ricorso, in quanto le motivazioni di chiusura dell’attività risultavano indipendenti dalla propria volontà. Detto questo, grazie a questo episodio si può ora usufruire della disoccupazione se la propria attività indipendente cessa senza volerlo.




Cessazione d’attività con p.Iva e disoccupazione

Il lavoratore autonomo è quindi tutelato a tutti gli effetti e viene posto allo stesso grado di un
lavoratore dipendente. Entrambi hanno diritto alla disoccupazione, sempre se i requisiti vengono
rispettati e la motivazione è in linea con le leggi.

Gli enti pubblici si sono sensibilizzati in questo senso ed hanno permesso a tutti i lavoratori autonomi di
poter chiedere eventuali domande di disoccupazione, sempre se l’attività cessa involontariamente e con
cause consone alla richiesta di disoccupazione.

Naturalmente, se si dichiara di cessare la propria attività per motivi involontari, si necessita di
specificarlo all’ente pubblico territoriale, puntualizzando che la disoccupazione spetta allo stesso
modo anche ad un lavoratore autonomo che ha cessato la propria attività.




5 Commenti

  1. Sono un commerciante della provincia di BRINDISI ( SAN PANCRAZIO SAL.)e al 31/12/2018 chiudo, perchè ogni anno sono in perdita, il mio negozio di abbigliamento, dopo 20 anni ho diritto ad un qualsiasi diritto economico ,incentivo o altro?.

  2. Buongiorno,mi chiamo Grazia,dopo 5anni di lavoro autonomo con partita Iva come libera professionista sono costretta a chiudere,in quanto non riesco a sostenere i costi.
    Posso fare domanda??
    Ho qualche diritto?
    Cessata attività il 31/12/2018
    Grazie per lattenzione

    • Buonasera. Il 31.12.18 ho cessato l attività di minimarket e tabaccheria del quale ero socia.
      Ho diritto ad una domanda di disoccupazione o altro?

  3. buongiorno sono un artigiana autonoma causa crisi non riesco più a far fronte alle spese ho circa 35 anni di versamenti inps ma ho 55 anni ho diritto alla naspi se chiudo la partita iva per crisi?

  4. Salve, mio marito ha chiuso la partita iva, lavoratore autonomo, ma non ha contributi Inps, gli spetta la disoccupazione?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.