Busta paga, come viene calcolato il TFR del lavoratore


Busta paga, come viene calcolato il TFR del lavoratore
Fonte Foto: Ansa




Il cosiddetto tfr o trattamento di fine rapporto presente nella busta paga indica quella somma di denaro che spetta al lavoratore quando si interrompe un rapporto lavorativo per pensionamento, chiusura del contratto, dimissioni o licenziamento.

I lavoratori possono richiedere la liquidazione mensile de tfr busta paga, questo è consentito, però, solo ai lavoratori che hanno maturato almeno 6 mesi di anzianità.

TFR busta paga: come si calcola

La domanda che molti lavoratori si pongono è: come posso calcolare il mio tfr in busta paga? La risposta non è semplicissima. In primo luogo bisogna calcolare il tfr lordo, facendo la somma delle quote messe da parte in un anno lavorativo.
Successivamente si divide il tfr complessivo, per il numero di anni e si moltiplica il risultato che abbiamo ottenuto per i 12 mesi di lavoro del dipendente, ottenendo così il tfr annuale.

Per calcolare il tfr netto, invece, è necessario sottrarre al tfr lordo la tassazione dell’aliquota IRPEF corrispondente al proprio scaglione di riferimento.
Da qualche anno il lavoratore può anche scegliere di versare il proprio tfr ad un fondo pensione. Questi ultimi possono rendere più di quanto si ottiene con la rivalutazione annuale del tfr lasciato in azienda, quindi nel momento in cui il lavoratore maturerà il diritto ad andare in pensione, andrà a riscuotere una cifra più elevata.




Anticipo del TFR è possibile?

Il lavoratore, in caso di spese urgenti o impreviste, può contare sulla possibilità di richiedere un
anticipo sul tfr. E’ possibile procedere solo se si ha un’anzianità lavorativa di almeno 8 anni e se
l’anticipo non può superare il 70% del TFR accumulato al momento della richiesta.

Ovviamente l’ancitipo sul tfr può essere erogato solo per alcune categorie di spesa, nella fattispecie per
spese sanitarie per interventi straordinari riconosciuti dalle strutture sanitarie pubbliche o private, per
l’acquisto della prima casa per sé e per i figli, per le spese sostenute in caso di congedo facoltativo per
maternità e per le spese durante i congedi per la formazione extralavorativa.




1 Trackback / Pingback

  1. TFR fallimento azienda, il pagamento è assicurato dal fondo speciale

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.