Richiesta anticipo TFR 2018, ecco come fare per ottenerlo


Richiesta anticipo TFR 2018, ecco come fare per ottenerlo




Quando si è giunti alla fine del  rapporto di lavoro spetterà il TFR, ovvero il trattamento di fine rapporto, ma è possibile fare una richiesta anticipo TFR 2018? Il TFR  consiste in un accantonamento che il datore di lavoro ha effettuato nel corso degli anni (quindi il TFR sarà tanto più cospicuo quanto maggiori saranno gli anni in cui abbiamo lavorato) nei quali abbiamo lavorato per lui e che, adesso, dovrebbe essere pronto per essere versato ai lavoratori.

Richiesta anticipo TFR, ottenere una somma di denaro

È, oltremodo, possibile richiedere un anticipo del TFR. Ovvero, se si ha necessità di effettuare piccole o grandi spese nell’immediato (e non si possiede la disponibilità finanziaria giusta), non c’è miglior occasione se non quella di chiedere, al proprio datore di lavoro, un anticipo di quello che ci sarebbe spettato nel presente o nel futuro, in caso di fine rapporto.

L’anticipazione del TFR può essere richiesta solo per alcuni motivi: per motivi che riguardano l’acquisto della prima casa, per sé o per i propri figli; per il bisogno di sostenere spese sanitarie; per pagare spese che si fanno in periodi di congedo e che riguardano l’astensione lavorativa per maternità e la formazione. Il lavoratore potrà richiedere al suo datore di lavoro fino al 70 % di anticipo sul totale del TFR che spetta in caso di fine rapporto lavorativo o nel momento che si va in pensione.

Cosa dice la legge

L’articolo 2120 del Codice Civile stabilisce che “colui che ha almeno 8 anni di rapporto presso lo stesso
datore può richiedere un’anticipazione del TFR, che non superi però il 70 % del totale che gli spetta.
L’anticipazione può essere richiesta ed ottenuta una sola volta e viene detratta dal TFR, quando il
lavoratore sarà licenziato o si dimetterà”.




I dipendenti pubblici non hanno diritto di richiedere un anticipo del TFR, e non hanno diritto a
riceverlo. Tuttavia, è possibile richiedere un prestito decennale dall’INPS, restituibile con un massimo di
120 rate mensili consecutive.




1 Trackback / Pingback

  1. Come ottenere il TFR in caso di licenziamento  per giusta causa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.